Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
XCVII

   Già donna, or dea, nel cui verginal chiostro,
scendendo in terra a sentir caldo e gelo,
s’armò, per liberarne il re del cielo
da l’empie man de l’aversario nostro,
   i pensier tutti e l’uno e l’altro inchiostro,
cangiata veste e con la mente il pelo,
a te rivolgo e, quel ch’agli altri celo,
l’interne piaghe mie ti scopro e mostro.
   Sanale, che pòi farlo, e dammi aita
a salvar l’alma da l’eterno danno;
la qual se dal camin dritto impedita
   le Sirene gran tempo e schernit’hanno,
non tardar tu, ch’omai de la mia vita
si volge il terzo e cinquantesim’anno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it