Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
XCII

   Perché sia forse a la futura gente,
com’io fui vostro, ancora eterno segno,
queste rime, devoto, e questo ingegno
vi sacro, e questa mano e questa mente.
   E se non più per tempo, o del presente
secolo speme e mio fido sostegno,
a così riverirvi e darvi pegno
del mio verace amor divenni ardente,
   farò qual peregrin, desto a gran giorno,
che ’l sonno accusa e, raddoppiando i passi,
tutto ’l perduto del camin racquista.
   Ma o pur non da voi si prenda a scorno
il mio dir roco e i versi incolti e bassi,
io, per mirar nel sol, perda la vista.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it