Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LXXXIV

   Felice imperador, chavanzi gli anni
con la virtute, e rendi a questi giorni
lantico onor di Marte, e n pregio il torni,
e per noi riposar te stesso affanni;
   per cui spera saldar tanti suoi danni
Roma, e fra pi che mai lieti soggiorni
sentir ancor sette suoi colli adorni
di tuoi trionfi, e l mondo senza inganni;
   mira l settentrion, signor gentile:
voce udirai, che n fin di l ti chiama,
per farti sopra l ciel volando ir chiaro.
   S vedrem poi del nostro ferro vile
far secol doro e viver dolce e caro.
Questo fia nostro, tuo l pregio e la fama.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it