Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LXXXIII

Se non fosse il penser, cha la mia donna
per tanta via mi porta,
s lunge non avrei la vita scorta.
I miro ad or ad or nel suo bel viso,
comio le fossi presso,
e veggo lampeggiar quel dolce riso
che mi fur a me stesso;
ci ne le lontananze, che s spesso
fan la mia gioia corta,
a morte mi sottragge e riconforta.
N men, dove chio vada, odo et intendo
le sue sante parole;
e n tanto acqueto i miei tormenti e prendo
vigor, s come sle
chiuso fioretto in sul matin dal sole:
fida de lalma scorta,
e freno al duol, cha morte mi trasporta.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it