Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LXXXI

   Mostrommi entro a lo spazio d’un bel volto
e sotto un ragionar cortese, umìle,
per farmi ogni altro caro esser a vile,
Amor, quanto pò darne il ciel, raccolto.
   Da indi in qua con l’alma al suo ben vòlto,
lunge, vicin, già per antico stile
scorgo i bei lumi e odo quel gentile
spirto, e d’altro giamai non mi cal molto.
   Fortuna, che sì spesso indi mi svia,
tolga agli occhi, agli orecchi il proprio obietto,
e ’n parte le dolcezze mie distempre:
   al cor non torrà mai l’alto diletto
ch’ei prova di veder la donna mia,
ovunque io vado, e d’ascoltarla sempre.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it