Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LXIII

   Certo ben mi poss’io dir pago omai
d’ogni tuo oltraggio, Amor, e s’a colparte
distretto ’l verso o le prose consparte
ho pur talora, or me ne pento assai.
   Ché le note, onde tu ricco mi fai,
di quella, che dal vulgo mi diparte,
ancor mai non veduta, e scorge in parte,
ove tu scorto pochi o nessun hai,
   son tali, che quetar ben mille offesi
possono e di mille alme scacciar fora
desir vili e ’ngombrar d’alti e cortesi.
   Pensar quinci si può, qual fia quell’ora,
ch’i’ vedrò gli occhi ch’or mi son contesi,
e la voce udirò che Brescia onora.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it