Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LXI

   Colei che guerra a’ miei pensieri indice,
e io pur pace e null’altro le cheggio,
rinforzando la speme, ond’io vaneggio,
dolce mia vaga angelica beatrice,
   or in forma di cigno, or di fenice,
s’io parlo, scrivo, penso, vado o seggio,
m’è sempre inanzi, e lei sì bella veggio,
che piacer d’altra vista non m’allice.
   Per la via che ’l gran Tosco amando corse,
dice non ir; ché ’ndarno oggi si brama
la vena che del suo bel lauro sorse.
   Ma chi poria tacer, quand’altri il chiama
sì dolcemente? Amor mi spinse e torse:
duro se punge, e duro se richiama.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it