Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LVIII

   Se ’l foco mio questa nevosa bruma
non tempra, onde verrà che sperar possa
refrigerio al bollor che mi disossa,
né cal di ciò chi m’arde e mi consuma?
   L’antica forza, che qual lève piuma
soprapose Ossa a Pelio, Olimpo ad Ossa,
non fu d’amor e di pietà sì scossa;
e mar, quando più freme irato e spuma,
   non cura men le dolorose strida
de la misera turba che si vede
perir nel frale e già sdruscito legno,
   ched ella i prieghi miei: dura mercede.
Ma così va, chi per sua luce e guida
prende bel ciglio, e non cortese ingegno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it