Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
LVII

Che ti val saettarmi, sio gi fore
esco di vita, o niquitoso arcero?
Di questa impresa tua, poi chio ne pro,
a te non p venir pi largo onore.
Tu mhai piagato il core,
Amor, ferendo in guisa a parte a parte,
che loco a nova piaga non p darte,
n di tuo stral sentir fresco dolore.
Che vi tu pi da me? ripon gi larme;
vedi chio moro; omai che pi tu farme?
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it