Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
XXXIV

   Mostrommi Amor da l’una parte, ov’era,
quanta non fu giamai fra noi, né fia,
bellezza in sé raccolta e leggiadria
e piano orgoglio et umiltate altera,
   brama, ch’ogni viltà languisca e pèra
e fiorisca onestate e cortesia,
donna in opre crudel, in vista pia,
che di nulla qua giù si fida o spera;
   da l’altra speme al vento e tema invano
e fugace allegrezza e fermi guai
e simulato riso e pianti veri
   e scorno in su la fronte e danno in mano;
poi disse a me: — Seguace, quei guerrieri
e questo guiderdon tu meco avrai.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it