Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
XXVII

   — Io ardo — dissi, e la risposta invano,
come ’l gioco chiedea, lasso, cercai;
onde tutto quel giorno e l’altro andai
qual uom ch’è fatto per gran doglia insano.
   Poi che s’avide ch’io potea lontano
esser da quel penser, più pia che mai
ver’ me volgendo de’ begli occhi i rai,
mi porse ignuda la sua bella mano.
   Fredda era più che neve; né ’n quel punto
scorsi il mio mal, tal di dolcezza velo
m’avea dinanzi ordito il mio desire.
   Or ben mi trovo a duro passo giunto,
ché, s’i’ non erro, in quella guisa dire
volle Madonna a me, com’era un gelo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it