Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
XXII

   Re degli altri, superbo e sacro monte,
ch’Italia tutta imperioso parti
e per mille contrade e più comparti
le spalle, il fianco e l’una e l’altra fronte,
   de le mie voglie mal per me sì pronte
vo risecando le non sane parti,
e raccogliendo i miei pensieri sparti
sul lito, a cui vicin cadeo Fetonte,
   per appoggiarli al tuo sinistro corno,
là dove bagna il bel Metauro e dove
valor e cortesia fanno soggiorno;
   e s’a prego mortal Febo si move,
tu sarai ’l mio Parnaso, e ’l crine intorno
ancor mi cingerai d’edere nove.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it