Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
VIII

   — Ch’io scriva di costei, ben m’hai tu detto
più volte, Amor; ma ciò, lasso, che vale?
Non ho né spero aver da salir ale
terreno incarco a sì celeste obietto. —
   — Ella ti scorgerà, ch’ogni imperfetto
desta a virtute, e di stil fosco e frale
potrà per grazia far chiaro immortale,
dandogli forma da sì bel suggetto. —
   — Forse non degna me di tanto onore. —
— Anzi nessun; pur se ti fidi in noi,
esser pò ch’arco in van sempre non scocchi. —
   — Ma che dirò, Signor, prima? che poi? —
— Quel ch’io t’ho già di lei scritto nel core,
e quel che leggerai ne’ suoi begli occhi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it