Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovanni Canale [? - XVII sec.]

Da “Poesie” [1694]
III
[A un poeta che si tinge la barba.]

   Adulterare il venerando argento
che t’accredita il volto or sì mentito,
è d’ingegno senil già rimbambito
e di vano pensier chiaro argomento.
   T’inganni se ’l vigor debile e lento
cerchi coprir col pelo or sì annerito,
ché, s’appare al color ringiovenito,
rinvecchia in breve a tuo maggior tormento.
   Pur sei caro alle Muse, e ’l tuo gran stile
sopra ogni stile hai candido e sonoro;
il tuo candido pel non abbi a vile!
   Così più amato dal vergineo coro
sarai, ché ’l cigno nell’età senile
ha più bianca la piuma e più è canoro.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it