Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovanni Canale [? - XVII sec.]

Da “Poesie. Parte prima e seconda” [1667]
Parte prima
28
Al signor Paolo Caiazza. Per gli Virlasci dell’antichissima città di Capua.

   Le grandezze campane a terra io miro
calpestate dal piè del Tempo edace,
che già de’ marmi al tripartito giro
furò gran parte con sua man rapace;
   mentr’egli forma il rapido raggiro,
rende la meraviglia anco fugace
di questa mole che fastosa ammiro,
che quasi al suolo rovinata giace.
   A’ combattenti suoi quest’aria pura,
da stanca Morte al fin rivolti i passi,
dava riposo in su l’arcate mura;
   eran superbo albergo a’ guerrier lassi,
e compongono a lor la sepoltura
nelle proprie ruine or questi sassi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it