Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovanni Canale [? - XVII sec.]

Da “Poesie. Parte prima e seconda” [1667]
Parte prima
3
Al signor consigliere Antonio Gaeta. Orologio da polvere.

   Rinchiuso in questi vetri il Tempo alato
acciò non fugga, industre man l’ascose;
a non perder mai tempo in tempo ei nato,
stende allo stame uman fila arenose.
   Dividendo così del dì lo stato,
fuggitive l’assegna ore ingegnose;
e mentre spunta un dì, l’altro è volato,
che di fragile arena egli compose.
   Formò di limo vil fabro immortale
l’uomo, e spirando in lui vita e beltade
gli diede, e nell’arena ebbe il natale.
   In quest’arena che filando or cade,
vedi, o superbo e misero mortale,
che formata d’arena anco è l’etade.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it