Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovanni Canale [? - XVII sec.]

Da “Poesie. Parte prima e seconda” [1667]
Parte prima
2
Alle sue “Poesie”.

   O della musa mia parti affannati,
poveri pegni di sudato ingegno,
sott’aria infausta già concetti e nati
con torvo aspetto d’ascendente indegno;
   se dall’aura d’Onor siete guidati
di Fama per veder da lungi il segno,
itene pur da me mal fortunati,
forse straniero ciel non havvi a sdegno.
   Che se dato vi fia vincer Fortuna
così lontani dal terren natio,
vinto da Morte or che ’l mio dì s’imbruna,
   mi basta sol che voi viviate, et io
di gloria abbia con voi novella cuna,
benché ’n tomba sen giaccia il cener mio.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it