Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giacomo Lubrano [1619 - 1692]

Da “Scintille poetiche” [1690]
V
[La libreria finta di legno.]

   Apresi inciso entro un’adriaca scola
di aprocrifi volumi ampio museo,
che a’ famosi d’Italia il pregio invola,
di erudito scarpel vago trofeo.
   Quivi assaggia degli occhi anco la gola
di spirti intelligibili un archeo,
e scopre fuor la superficie sola
quanto scrisse la Stoa, quanto il Liceo.
   Leggere in pochi sguardi a parte a parte
puoi l’enciclopedia di molti ingegni,
senza stancar la mano a svolger carte.
   Del veneto saper vanti ben degni
fan che innesti col ferro arguta l’arte
l’arbor della scienza a’ morti legni.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it