Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giacomo Lubrano [1619 - 1692]

Da “Scintille poetiche” [1690]
XI
Cedri fantastici variamente figurati negli orti reggitani.

   Rustiche frenesie, sogni fioriti,
deliri vegetabili odorosi,
capricci de’ giardin, Protei frondosi,
e d’ameno furor cedri impazziti,
   quasi piante di Cadmo, armano arditi
a l’autunno guerrier tornei selvosi,
o, di Pomona adulteri giocosi,
fan nascere nel suol mostri mentiti.
   Vedi zampe di tigri e ceffi d’orso
e chimere di serpi, e, se l’addenti,
quasi ne temi il tocco e fuggi il morso.
   Altri in larve di lemuri frementi
arruffano di corna orrido il dorso,
e fan cibo e diletto anco i spaventi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it