Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giacomo Lubrano [1619 - 1692]

Da “Scintille poetiche” [1692]
XXXI
L’occhialino.

   Con qual magia di cristallina lente
picciolo ordigno, iperbole degli occhi,
fa che in punti di arene un Perù fiocchi,
e pompeggi da grande un schizzo d’ente?
   Tanto piacevol più, quanto più mente;
minaccia in poche gocce un mar che sbocchi,
da un fil, striscia di fulmine che scocchi;
e giuri mezzo tutto un mezzo niente.
   Così se stesso adula il fasto umano,
e per diletto amplifica gl’inganni,
stimando un mondo ogni atomo di vano.
   O ottica fatale a’ nostri danni!
Un istante è la vita, e’l senso insano
sogna e travede eternità negli anni.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it