Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Artale [1628 - 1679]

Da “Enciclopedia poetica” [1679]
XIII
[Al padre Michele Fontanarosa.]

   È lingua o fiume? ed è facondia o mare
ciò ch’ammirano in te gl’ingegni altrui?
Mare non è, ché non ha l’onde amare;
fiume non è, ché non ha sponde in lui.
   Pur è mar, pur è fiume: è mar che rare
gemme produce in fra’ concetti tui,
è fiume che su ROSE uniche e care
forma d’alta eloquenza i corsi sui.
   Dunque è mar, dunque è fiume; oltre l’usato
è dolce l’uno, e l’altro oltre il costume
ha da la ROSA tua fonte odorato.
   Così, carco d’onor, ricco di lume,
scorgo il tuo vasto ingegno in mar cangiato
e la FONTANA tua conversa in fiume.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it