Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Artale [1628 - 1679]

Da “Enciclopedia poetica” [1679]
IV
[La cantatrice.]

   Moro a tue fughe, e son tuoi canti incanti,
con cui maga canora anime ammaghi,
e in legar con più corde i cori amanti
co’ semicromi i semimorti impiaghi;
   passi i cor co’ passaggi, e in tuon se canti,
con dolce tuon di fulminar t’appaghi,
e a le sincope tue petti costanti
de le sincope lor gemon presaghi.
   Non poso in pause, e i miei sospiri etnei
son tuoi respiri, e son per tua virtute
le tue cadenze i precipizi miei;
   e in acuto in vibrar saette acute,
dirò che dian ne’ miei dolor più rei
mille colpi al mio cor le tue battute.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it