Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Artale [1628 - 1679]

Da “Enciclopedia poetica” [1664]
VI
Porta un teschio di turco.

   Questo, che morto ancora il ciel disfida,
orrido teschio di terribil trace,
mira, Lidia, mio sol: l’empio omicida
sprezzator d’ogni legge e pertinace.
   Questo, de’ traci e capitano e guida,
drizzò pronto di man, d’ingegno audace,
ferrata scala, e perché ed arda e uccida
portò ai muri sovente e ferro e face.
   Poggiava al fine, ed io sul collo invitto
tal percossa avventai, che ’l busto forte
senza capo restò fra’ morti ascritto.
   Or mira, e fa’ che sdegno il guardo apporte,
perché può tua pietà d’un uom trafitto
far vita per miracolo la morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it