Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parte IV [1664]
XL
[Filosofando tra i cipressi.]

   Qui, dove un fiume ha lacerato i sassi
e cozzando co’ sassi il corno ha infranto,
m’alzo a pensieri arcani e lascio intanto
all’arbitrio del piè guidarmi i passi.
   Dal gran Liceo filosofie già trassi,
per cui trovar nuove dottrine or vanto;
rubar non penso, abbandonato il canto,
l’arpa agli Orazi più, la tromba ai Tassi.
   Farò, s’arride il cielo all’opra ardita,
da’ rami ombrosi, in cui verdeggia impresso
simolacro di morte, uscir la vita.
   E dar potrà, se fu talor concesso
a un platano d’aprir scola erudita,
principio alle mie scole anco un cipresso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it