Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti I - III [1659]
XLVII
[Insaziabilità d’imparare.]

   Un Caucaso di nevi ho su le chiome,
e precipito gli anni in occidente;
pur l’anima, che chiudo in scorza algente,
curva non cade a faticate some.
   Alzano a me le più faconde Rome
tra le pareti mie rostro eloquente,
e d’una Atene, a risvegliar la mente,
scritto in picciol museo contemplo il nome.
   Quando così predestinò la sorte,
per farmi di dottrine inclito erede,
apritemi, licei, le sacre porte.
   Chi sa pur troppo e di saper non crede,
tra ’l confin della vita e della morte
il libro ha in mano e su la tomba il piede.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it