Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti I - III [1659]
XLVI
[Ai libri.]

   Muti maestri miei, voi m’insegnate
come io debba adorare i santi numi,
e con veri precetti a me mostrate
come io possa comporre i miei costumi.
   I sentieri spinosi a me segnate,
voi, d’Elicona, a delibarne i fiumi,
e d’eleganze voi, sciolte o legate,
preziosi rendete i miei volumi.
   A quanto dite voi l’orecchie intente
con diletto disserro, e poi rivelo
io le vostre dottrine ad altra gente.
   Quand’io vivo tra voi, godo il mio cielo;
e se turba alcun dubbio a me la mente,
non cerco sfingi in Tebe o Febi in Delo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it