Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti I - III [1659]
XXVII
[Epitaffio di un uomo felice.]

   Se tutta l’età mia fu primavera,
spopola, man cortese, il mondo erboso,
e d’aurei fiori una tempesta intera
grandina su la tomba ov’io riposo.
   Qui nel sen d’una pietra io vivo ascoso,
ché del mio dì non son venuto a sera;
mutai sol tempo ove tornar non oso,
e son giunto in un loco ov’io non era.
   Ad altri il fato ogni diletto annulla,
ché le delizie mie meco ridutte
in questa sepoltura hanno la culla.
   Qui l’allegrezze mie non son distrutte,
o pensa tu ch’io mi ricordi nulla,
o pensa tu che mi sovvengan tutte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it