Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti I - III [1659]
IV
[La morte del marito.]

   Stilla per gli occhi in lagrime stemprato
su lo spento consorte Irene il core;
a tragedia sì mesta anch’io turbato
verso dalle pupille un mar d’umore.
   Ella sente gran pena, io gran dolore,
troppo ella amando, io non essendo amato;
la falce ella di Morte, ed io d’Amore
maledico lo strale avvelenato.
   Io cerco a lei, ed ella al cielo aita;
ella l’estinto suo brama risorto,
io ch’in lei la pietà rinasca in vita.
   Ella a ragion si lagna, io non a torto;
celebriamo così, coppia smarrita,
io l’esequie d’un vivo, ella d’un morto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it