Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti II - IV [1665]
XXVIII
Per donna bugiarda.

   Nice, qualora il suo pensier mi spiega,
ogni parola è di bugie vestita;
quando ella mi discaccia, allor m’invita,
e quando mi minaccia, allor mi prega.
   Ora pietà promette, ora la nega,
ed ora m’abbandona, ora m’aita;
mesta e lieta mantiene a me la vita,
e mi discioglie allor quando mi lega.
   Dopo tante menzogne, alfin m’induce
a non amarla più giusto furore,
benché beltà celeste in lei riluce.
   Poi dico: — Il non amarla è grave errore;
ché se la veritate odio produce,
dritto è che la bugia produca amore.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it