Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti II - IV [1665]
XXVI
Il fatto di Narciso.

   Correa per le boscaglie arcier veloce,
ch’avea saette in mano, in fronte stelle;
e saettò più d’una ninfa imbelle,
e lacerò più d’una belva atroce.
   Assai più delle fere egli feroce,
ebbe sempre in amor voglie rubelle;
onde chi bella parve alle più belle
per soverchio dolor divenne voce.
   Mentre vagheggiò troppo il suo sembiante,
amò troppo se stesso, e qui poi giacque
dentro gelido sen d’onda stellante.
   Fiore dopo la morte egli qui nacque,
e fiore ancor, di se medesmo amante,
mira le sue bellezze entro quell’acque.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it