Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parti II - IV [1665]
XVIII
Della vita umana.

   Nave è la vita: il mar pien d’incostanza
è questo mondo, ed il destin nocchiero,
e timone il desio, vela il pensiero,
ed àncora tenace è la speranza.
   Oltre l’erculee mète altri s’avanza,
perché l’erga de’ fasti un flutto altero;
d’aprirsi in mille Sirti aspro sentiero,
perché trovi una Colchi, altri ha baldanza.
   Chi poscia, amante delle cose belle,
perché goda in un seno il suo conforto,
naviga a’ rai di due benigne stelle.
   Da calma fortunata altri fia scorto,
altri bersaglio fia delle procelle;
ch’una tomba alla fine è il nostro porto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it