Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parte I [1666]
XV
Miserie d’uom vecchio.

   Giunto l’uom di sua vita al verno ingrato,
di cave rughe e di canute brine
ha il volto arato e seminato il crine
per la gelida man del vecchio alato.
   Tremolo i piedi e gli omeri curvato,
addita le sue prossime ruine;
dell’agghiacciato cor le nevi alpine
il fanno inerme e sol di lingua armato.
   Sempre il nocchier di Stige orrido e tetro
tien per lui tragittar spalmato il legno,
e figurano i fabri il suo ferètro.
   Povero de’ suoi sensi, arriva a segno
che va la vista a mendicar dal vetro,
e dalle canne a procurar sostegno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it