Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parte I [1666]
XIII
L’uom misero sopra ogni animale.

   Se ferito è talor fiero mastino,
trova nella sua lingua umor vitale;
e la volpe allontana il dì mortale
con gocce salutifere di pino.
   Con dittamo discaccia, a sé vicino,
la damma timidissima lo strale
che nel fianco le aprì piaga letale,
e delude l’asprissimo destino.
   Languido è il cervo, e la salute ei merca
dal verde ulivo; e per dar fuga al fato
il sangue della capra il pardo cerca.
   Al’uom, d’ogni animal più sventurato,
Natura, crudelissima noverca,
il rimedio de’ mali ha sol celato.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it