Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parte I [1666]
XII
Per famosa ricamatrice.

   Tratta l’ago Lisetta, e sugli stami,
che per lei suda olandico testore,
con quella mano con cui diêr le nevi albore,
aggroppa in vari emblemi i suoi ricami.
   Arricchisce di bacche al mirto i rami,
finge la rosa di vermiglio ardore,
alla calta concede il suo pallore,
ed all’acanto i teneri legami.
   Già la terra non vanta il patto alterno
de’ fiori suoi, soggetti al sole, al gelo,
ché quinci era la state e lungi è il verno.
   Al paragon dell’animato velo,
arde di bella invidia e prende a scherno
l’aureo tesor delle sue stelle il cielo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it