Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giuseppe Battista [1610 - 1675]

Da “Poesie meliche” parte I [1666]
XI
Amante che si paragona alla cicala.

   Del viver mio l’insolito tenore
pur troppo al tuo la somiglianza ha vera,
o tu, che flagellando ale sonore
sei delle bionde ariste atra furiera.
   Tu sei de’ boschi abitatrice altera,
ed io d’ermi recessi amo l’orrore;
tu delle membra tue la spoglia hai nera,
a me tinge l’aspetto egro pallore.
   Talora hai tu dal ferro il petto inciso
di parto arciero, ed io dall’arco intanto
porto del dio ch’č cieco il cor diviso.
   Agli ardori del sol tu formi il canto,
ed io le mie querele a’ rai d’un viso;
tu vivi di rugiada ed io di pianto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it