Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Da “Poesie” [1669]
XV
[Al proprio letto.]

   Mio notturno sepolcro, ove doglioso
ad ogni moto sol la morte imparo,
pien di cure diurne in pianto amaro
ne la mia requie inrequieto io poso;
   chiuder luci sicure in te non oso,
mentre agli affanni miei cerco riparo;
so che del tempo un sol momento avaro
ivi dè’ alfin rapire il mio riposo.
   Questi alzati sostegni alzan ruine;
queste piume ch’io premo, ancor che morte,
fabrican ale al volator mio fine.
   Tu, funesto ferètro, al suol mi porte;
in te, nido vitale, io so che alfine
con assiduo calor covo la morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it