Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Da “Poesie” [1689]
XXII
Per una nipotina dell’autore, che visse pochi giorni.

   Fortunata fanciulla, al ciel nascesti,
non a la terra, e non ti fu immatura
l’ora fatal che dei tesor celesti
e de l’eterno ben ti fe’ sicura.
   Tu breve il corso de la morte avesti,
che con lungo penar altri misura;
la frale umanità poco piangesti,
poco spirasti di quest’aria impura.
   Chi solca il mar del mondo ognor aduna
maggior peso di colpa, e ’l cammin torto
sul tardi de l’età vie più s’imbruna.
   Viaggio avesti tu spedito e corto;
navicella gentil fu la tua cuna,
che ti sbarcò del paradiso al porto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it