Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
195
Per l’«Eraclito, pianti morali» del signor Giovan francesco Bonomi, bolognese.

   Piange Eraclito, e dal suo pianto impara
senso di pianto ogn’insensata pietra;
che se da’ sassi altri faville impetra,
egli ne cava onda pietosa e amara.
   Francesco e tu d’un lagrimoso a gara,
se piangi, il pianto tuo l’anime spetra;
e quel pianto, che l’alme e i cor penètra,
onde è d’inchiostro preziosa e rara.
   Co ’l senno suo le menti altrui risana
la tua virtù, mentr’è suo nobil vanto
pianger de l’uomo la miseria insana.
   E pianga pur d’un Eraclito a canto,
che un pianto appunto è questa vita umana,
ed è qualche piacer ancho nel pianto.

[Argomento]: mortali > morali. 10: suoi > suo.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it