Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
191
Al signor Francesco Bolani.

   Armo di tosche corde attica cetra
per trarne un suono ingiurioso agli’anni;
et a l’aure fidando icarii vanni
tento poggiar canzoneggiando a l’etra.
   Ma l’onda attende obliviosa e tetra
di Lete il nome mio; benché s’affanni
molto in garrir, da’ secoli tiranni
nulla pietà stridula musa impetra.
   Ben tu, Francesco, agli occhi altrui ti mostri
franco su l’ali; per sentier sereno
voli di Pindo ai più sublimi chiostri.
   Quindi a l’Invidia rea trafiggi il seno
co ’l dotto stile, e dài coi dotti inchiostri
latte a la gloria et a l’oblio veneno.

1: Atica > attica. 5: oblivioso > obliviosa.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it