Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
188
A monsignor Giovanni Ciampoli.

   Crin più degno del tuo non cinge il lauro
da l’ispania Anfitrite a l’onde caspe,
Ciampoli, e ’l Nilo già t’ode e l’Idaspe,
non che l’amica del celeste tauro.
   Troncar potresti i vanni a Circio, a Cauro,
là tra le rupi gelide arimaspe,
e tôr l’ira al leone, il tòsco a l’aspe,
qualor sposi a la lira il plettro d’auro.
   Già le sfere nel ciel bramano udirti,
già, novello splendore aggiunto a l’etra,
influirai qua giù musici spirti.
   Già già de’ mostri il domator s’arretra
per darti loco, ove tu possa unirti
a la sol di te degna eterna cetra.

5: cauro > Cauro. 7: Et or > e tôr.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it