Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
186
Bella donna mascherata da cingara.

   Ecco fatto nel mondo etiòpe il sole:
mascherando con l’ombre i suoi sembianti
veste Lidia, il mio sole, orridi manti,
perché ladra fra l’ombra i cori invole.
   Ha di cingara il volto, e pur non suole
mai dar ventura agl’infelici amanti;
e benché gli occhi suoi formin gl’incanti,
pur con la verga or incantar mi vuole.
   Maga non ti cred’io, ma al brun colore
il mio demone sei se cruci ogn’ora
ne l’inferno d’Amor questo mio core.
   Ma no, ch’errai! costei, che m’innamora,
se già infedele ha rinegato Amore,
per farmi schiavo oggi si è fatta mora.

5: cingaro > cingara. 11: d’amor > d’Amor. 12: s’innamora > m’innamora.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it