Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
155
Al signor Pace Pasini.

   Sparsi d’aonio miel piovono i detti
dagli armonici tuoi labri canori,
e sgorgan dolci, ad inondar gli affetti,
Pasin, del tuo Castalio i sacri umori.
   Quivi le noie oblian, quivi i diletti
di dotta ambrosia inebriati i cori;
quivi a ferir di meraviglie i petti
tempran musico stral musici Amori;
   quivi l’oblio beve ’l veleno, e quivi
il veglio alato, inumiditi i vanni,
frena i rapidi voli e fuggitivi.
   E tu, domati i secoli tiranni,
perché ’l trionfo tuo seguan cattivi,
co’ nervi della cetra avvinci gli anni.

1: ciel > miel. 3: innondar > inondar, oscillazione. 7: le > di. 10: vanti > vanni.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it