Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
150
Recidiva.

   E pur di novo al suo primier costume
l’alma ritorna: in un terreno oggetto
tanto di vagheggiar prende diletto
un picciol raggio di celeste lume.
   Scusala tu, Signor, se non presume
gli occhi fissar nel tuo divino aspetto,
che, infievolite da terrestre affetto,
non osa a tanto volo erger le piume.
   Ben di là dove il tragge antica usanza,
scorto da quella luce il pigro ingegno
a più nobil desio spesso l’avanza.
   E tu non prendi ch’io t’adori a sdegno
in un volto che fêsti a tua sembianza,
più che ’n tela dipinto o sculto legno.

7: infievolito > infievolite. 11: l’avvanza > l’avanza.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it