Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
86
Per la medesima opera.

   In vano a rintracciar dove s’asconda
il terren paradiso oggi l’umano
ingegno errante s’affatica, e ’n vano
cerca ove ’l Tigre, ove l’Eufrate inonda.
   D’arcangela celeste arte faconda
or qui lo scopre a noi (lungi, o profano):
tolto agli oltraggi di lasciva mano,
di puri fior, di puri frutti abbonda.
   Spira divino odore ogni sua foglia,
ch’a celeste desio desta la mente,
e da cura volgar l’anima spoglia.
   Non v’entri unghia rapace, invido dente,
ch’ancor qui stassi a custodir la soglia
un cherubin del Vatican ardente.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it