Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
74
Per il serenissimo arciduca Ferdinando d’Ispruc, che si diletta della caccia.

   Vago d’esercitar pace guerriera,
Ferdinando fra i boschi i giorni spende
contra le fiere armato, e a sdegno prende
non sudati piacer l’anima altera.
   Dal primo albor, fin a la fosca sera,
le valli e i monti a faticare attende;
da sì gentil signore in tanto apprende
civiltà il bosco, umanità la fiera.
   Di robuste virtù le strade ha corse,
e ’n quella età che più vaneggia ed erra
dietro a molli diletti orma non torse.
   Fiere più fiere ha da domare in guerra;
de l’opposto Aquilone or teman l’Orse,
mentre l’orse de l’Alpi in caccia atterra.

3: armate > armato. 13: orse > Orse. 14: alpi > Alpi.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it