Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
72
Per la medesima.

   Del baltico Nettun l’algenti arene
lasciando, e gli astri ad Anfitrite ignoti,
per sentier troppo, o Roma, un tempo noti,
l’artica regnatrice a te sen viene.
   Colma di sant’amor, di santa speme,
quasi l’irreverenti orme de’ Goti
venga per cancellar co’ piè divoti,
de l’avito furor nulla ritiene.
   E se ben, lungi da nemico orgoglio,
con umiltà pacifica s’inchina
del successor di Pietro al sacro soglio,
   pur, facendo de’ cor nobil rapina,
di Roma soggiogata in Campidoglio
trionferà la gotica reina.

8: tiene > ritiene; così la lezione dell’ed. 1666.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it