Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
71
Per la medesima, quando venne in Roma.

   Con peregrino piè divota imprime
grand’orme su ’l Tarpeo, su ’l Quirinale
Cristina, il cui sovran regio natale
fra’ suoi pregi il minor vien che si stime.
   Di vera gloria a l’elevate cime,
scettri e corone calpestando, sale,
e disprezzando il regno è più regale,
e scendendo dal trono è più sublime.
   E mentre, i patrii riti indegni e folli
schernendo, a quelle piante i baci porse,
che ’n sui monarchi, o Vaticano, estolli,
   tributario il Melero al Tebro corse,
cesser sette Trioni a’ sette colli,
ed a la stella di Alessandro l’Orse.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it