Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
70
Alla regina di Svezia.

   O de lo sveco Marte inclita prole,
cui gl’iperborei scettri il ciel consente,
cui s’inchina il rigor de l’asse algente,
cui la baltica Teti ammira e cole;
   volga lo sguardo in te chi veder vuole
un sol che ’l ghiaccio è d’infiorar possente,
e giurerà d’aver veduto ardente
vie più che nel Leon ne l’Orse il sole.
   L’acque del mar vicino il gelo indura,
che qualor tal beltà si specchia in quelle
vago è di ritener l’alma figura.
   E per più vagheggiar forme sì belle,
che son sforzo maggior de la natura,
non curan tramontar l’artiche stelle.

3: Aste > asse.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it