Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
64
Ad un amico innamorato altamente.

   Di ritrose bellezze aspri sembianti
e di stelle superbe alteri aspetti
han tratto i tuoi non avviliti affetti,
ché d’opra faticosa aspiri ai vanti.
   Resti a la plebe de’ volgari amanti
vaga beltà che lusingando alletti,
a l’umil brama i facili diletti
costin pochi sospiri e pochi pianti.
   Tu, fra l’asprezza de’ fastosi orgogli,
vai meditando l’elevate cime
del remoto piacere, onde t’invogli.
   Peso d’affetto vil te non opprime;
e mostri che gran foco in petto accogli,
poiché pregio del foco è ’l gir sublime.

3: tratti > tratto.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it