Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ciro di Pers [1599 - 1663]

Poesie [1677]
27
Segue.

   O tu, che sciolta dal corporeo manto
a l’empireo volasti, alma gentile,
se lassù non si sdegna un priego umìle,
pon mente al mio dolor, mira il mio pianto.
   Viva, t’amai con puro affetto e santo,
che tu forse stimasti immondo e vile;
morta, ti piango, e ’n doloroso stile
al tuo nome consacro il flebil canto.
   Or ch’al tuo sguardo il ver più non si vieta,
in questo cor di ricercar ti degna
ogni parte più chiusa e più segreta.
   E se vedrai che impura fiamma indegna
mai non m’arse per te, cortese e lieta
fa’ sì, con Dio, ch’a rivederti io vegna.

12: in pura > impura. 14: venga > vegna.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it